Correzione cicatrici

Un intervento chirurgica lascia sempre delle cicatrici che sono segni permanenti che non possono essere eliminati con nessuna tecnica chirurgica, ma soltanto migliorate.

Esistono diversi tipi di cicatrici patologiche quali il cheloide, la cicatrice ipertrofica o le cicatrici da acne.

 Il cheloide è una cicatrice, spessa, arrossata, pruriginosa o dolente si sviluppa sempre oltre i confini della cicatrice da cui deriva. I cheloidi si formano molto raramente, possono comparire a livello toracico in corrispondenza dello sterno, sui padiglioni auricolari e a livello delle spalle e sono più frequenti nella persone con fototipo III o IV.

La cicatrice ipertrofica spesso viene scambiata per un cheloide, ma a differenza di questo il tessuto cicatriziale in esubero rimane all'interno dei confini della cicatrice che si presenta arrossata e rilevata. Spesso si accompagna ad una sintomatologia pruriginosa e talvolta a dolore locale.

Le cicatrici da acne afferiscono principalmente la zona del viso, sono di tipo crateriforme e, se numerose, producono un notevole inestetismo.

Prima di ricorrere ad un intervento di revisione della cicatrice è necessario attendere circa un anno dall'evento che ne ha determinato l'origine. Durante questo periodo, infatti, la cicatrice va incontro a numerose trasformazioni che la rendono molto evidente soprattutto nei primi 3 mesi, fino a maturare e arrivare ad una conformazione definitiva.

I trattamenti medici della cicatrice si inquadrano nelle seguenti categorie:
Inziezioni di cortisonici
Dermoabrasione
Asportazione
Laser Urgotouch

secpre

sicpre

Studio di Chirurgia Estetica Carolina Pardo - Via XXIV Maggio, 8 - 37126 Verona - P.Iva 04693640239